venerdì 31 maggio 2013

leggere

non so ancora che ne sarà della mia vita
la cosa peggiore è non avere uno scopo, un sogno, un desiderio
cosa ne sarà di me tra 5 anni? dove mi vedo? a fare cosa? .. niente! non ho nemmeno un briciolo di risposta a queste domande
intanto che attendo che una lampadina mi si accenda, che la fiamma torni ad ardere dentro di me, che i sogni tornino a popolare la mia mente, mi sono rifugiata nel fantastico mondo dei libri, e in particolare quello delle fiabe
ultimo acquisto della settimana è stato il magnifico cofanetto "Fiabe" dei fratelli Grimm
cosa c'è di meglio per sfuggire alla follia, all'ansia e ai disturbi alimentari del rintanarsi in altri mondi dove si può sognare il principe azzurro, le cesse diventano principesse, gli stupidi sposano regine e ogni sfortuna diventa una gioia?
sicuramente preferisco spendere i miei soldi così che in alimenti con i quali abbuffarmi
e così non solo ho impiegato meglio questo denaro ma ho anche fatto in modo di seguire una dieta forzata. E si perché quei 15 euro di libri sono stati sottratti ai 20 della spesa settimanale così ora ho ancora 5 euro per comprarmi da mangiare per tutta la settimana avvenire.. certo che in questo modo non mi verrà in mente di spendere due euro di nutella, nemmeno l'euro e venti di bic
sotti e così quando mi verrà l'impulso di divorare ogni cosa commestibile in casa ci penserò 20 volte poiché finito quello che c'è poi dovrei digiunare.

per il resto che c'è da dire?
che comunque da pochi giorni ho ripreso a studiacchiare per gli esami di giugno-luglio e credo che se riuscirò a passarli allora continuerò l'università, magari lavorando anche visto che l'anno prossimo ho finito le lezioni.
se non li passo tanto vale chiudere e mollare

inoltre volevo dirvi che scoppio di voglia di andare a correre
so che mi farebbe bene, tanto tanto tanto bene
m purtroppo qui piove da tre giorni e fa di nuovo fresco.. spero che migliori presto, o che almeno la smetta di piovere

ora vado
vi abbraccio tutte quante
Emy









venerdì 24 maggio 2013

sfogo notturno

credo, negli ultimi tre anni, di aver sbagliato tutto
maledetto film che mi ha fatto credere di poter fare la psicologa
maledetta vigliaccheria che non mi ha fatto mollare tutto prima

ebbene
eccomi
sono giunta alla conclusione di aver sbagliato a studiare psicologia
odio dover imparare a memoria nomi di gente morta e sfilze di dati che non userò perchè appartenenti ad esperimenti/leggi/dati/teorie del tutto passate da decenni che nessuno dovrebbe usare
odio studiare solo la teoria
odio sapere che nemmeno una parola di quello che mi sarà chiesto al compito farà parte del mio lavoro futuro o che mi potrà tornare utile
odio che i miei libri abbiano 300 pagine di argomenti inutili e che solo 15 parlino della psicologia moderna
per cosa sto studiando a fare?
a me piace la pratica
amo toccare le cose con mano
amo sperimentare in prima persona, magari sbagliando novemila volte, ma sempre e comunque provandoci
amo azionare il cervello per comporre qualcosa di mio

badate che non dico che non mi piaccia la psicologia
non sopporto semplicemente l'approccio totalmente accademico e per nulla, a mio avviso, utile dell'università Italiana, e in particolar modo di quella Patavina

ed ora eccomi
a mangiare cercando di colmare cosa? la mia stupidità e il mio senso di colpa probabilmente

io che sono stata tra le prime della classe ora mi ritrovo l'ultima, il fanalino di coda, quella che ha dato 10 esami in tre anni, con 12 kg in più e un decimo delle amicizie di una volta
mi guardo allo specchio e non mi riconosco

avevo abbandonato l'idea di fare un'università privata perché troppo costosa
e così ho ripiegato su quello che restava
complimenti mi sono accontentata delle briciole
ma è ovvio che non sono felice di questo
ho dato ascolto alla gente, troppo ascolto alla gente

sono sempre i soldi che mi fregano e la mia stupidità assoluta
e ora eccomi
insonne e con la pancia sull'orlo di esplodere, meditando sul mio destino e su cosa mi possa riservare il futuro

vorrei solo chiudere gli occhi e tornare a quell'estate di tre anni fa
tornerei a quella scrivania con gli appunti sulle università, con le liste dei pro e dei contro, con le sfilze di appunti su cosa mi piaccia e su cosa no
tornerei a quei 19 anni appena compiuti e chiederei ai miei di mandarmi a Milano a fare Graphic Design e Art  Driector.. almeno ci proverei
e se allora mi dicessero che la retta fosse cara andrei all'accademia

facile parlare con i se e con i ma

ora non sono a milano e quello che faccio non ha nulla di creativo
penso di mollare tutto
a questo punto credo sia meglio che piangermi addosso, mangiare fino ad auto-distruggermi, iniziare una dieta ogni quattro giorni e fingere con tutto il mondo che vada bene

nulla va bene
e per fortuna che ci siete voi
altrimenti esploderei

baci


venerdì 10 maggio 2013

buona sera a tutte!! speravo di passare un po' prima ma invece i giorni sono passati così in fretta che siamo già a fine settimana e non me ne sono proprio resa conto.
volevo assolutamente dirvi che sono finalmente andata a correre vicino a casa mia e il percorso non mi è sembrato malaccio, forse leggermente corto, ma almeno così non ho scuse per non uscire.
spero di iniziare ad allenarmi in palestra a giorni alterni e andare a correre in quelli restanti ma, realisticamente parlando, si prospetta davanti a me un periodo ancora più impegnato e non so se reggerò. Di certo è che, come al solito, io ci provo ma non garantisco sulla costanza.
La cosa alla quale non cederò di sicuro è il cibo. Sto mangiando "pulito" da un pochetto e il peso lentamente scende (molto molto lentamente).
Fors
e questa volta, essendo una cosa graduale, sarà anche duratura?! .. si spera :D
Intanto vedremo assieme domenica il verdetto della bilancia e, soprattutto, del metro e mi impegnerò domani affinché sia più positivo possibile.

Mi sto rendendo conto inoltre che la sessione d'esami è dietro l'angolo, devo consegnare due lavori e preparare davvero tante materie e questo mi mette un'ansia terribile. Allenarmi infatti serve anche a questo, smaltire tutto il nervoso e le preoccupazioni per non cercare consolazione e conforto nel cibo.
Voglio che funzioni tutto e che a fine luglio tutto sia a posto.

scusate se non c'è molta grinta in questo post ma sono a pezzi
oggi ero anche a parlare con una prof che mi ha, molto tristemente, comunicato che non sono idonea ad andare in Danimarca, dove avevo fatto domanda per passare 6 mesi l'anno prossimo. Ovviamente lo immaginavo visto che chiedevano un elevatissimo livello di inglese e io proprio non sono brava in questa lingua. Ci ho provato. Come sempre ci ho provato e ho fallito. Ma mi importa relativamente poco perché prima o poi passerà anche il mio treno e allora smetterò di assalire i treni altrui, smetterò di lanciarmi sui binari e farmi investire, ma salterò su e troverò il posto riservato a me, magari dovrò lottare per raggiungerlo, ma chissene in fondo noi lottiamo tutti i giorni contro i nostri demoni, chi ci vuole male e mille altre cose, che cosa vuoi che sia una battaglia in più?

e dopo questa divagazione vi lascio
un bacione grande
Emy






lunedì 6 maggio 2013

iniziamo seriamente da qui

rieccomi in questo ennesimo lunedì in viaggio, con valigie e borse, il caldo, la folla, la voglia di tornare nella mia casetta e con un sottile velo di tristezza nel lasciare la famiglia e le terre a cui sono terribilmente legata.
ho tante belle cose da dirvi e credo un solo post non basti..
partiamo allora con i racconti e tenterò di essere riassuntiva:

per prima cosa vi annuncio che sono andata finalmente a correre! tre giorni alternati di corsa tra i vigneti vicino casa, martedì, giovedì e sabato.
il primo giorno che sono uscita con i miei soliti pantaloncini e le scarpe da ginnastica è stato fantastico e distruttivo: i primi 7 minuti si sono rivelati i peggiori, con dolori ovunque e fiato corto, che hanno poi lasciato il posto però ad un passo costante, con la mente lucida e libera, un respiro regolare e tante endorfine che iniziavano ad entrare in circolo.
il posto che mi ha consigliato mio padre per correre è davvero bello e lontano da occhi indiscreti, gentaglia, macchine e rumore, peccato solo che non abbia fatto qualche foto da mostrarvi (magari prossima volta che torno)
comunque quel giorno ritornata a casa ero piena di vitalità! ho fatto i tre piani di scale saltellando e poi 20 minuti di stretching mentre mia madre parlava di non ricordo cosa..
è una delle più belle sensazioni quando ti senti soddisfatta, orgogliosa perché sai di esserti spinta al massimo, leggera, carica, felice e piena di voglia di fare!
è esattamente per questo che mi piace così tanto correre
che sciocca ad ever mollato in questi mesi

a Padova, dove abito quest'anno, purtroppo è molto più complicato correre senza rimetterci un polmone, però sto organizzando il percorso migliore e spero tanto di provarlo già domani!

sull'aspetto del peso non ho proprio belle notizie
ma oggi ho fatto una spesa in totale rispetto del mio corpo, prevedendo una colazione, un pranzo, una cena e persino degli spuntini tutti il più equilibrati possibili
non mi abbufferò di cio' che ho comprato
mai e poi mai
non deve accadere!

che altro dirvi?
.. che c'è la farò e basta
che tra un mese saremo in giugno e io voglio a tutti i costi sentirmi bene in spiaggia
voglio gambe toniche senza cellulite
voglio un nuovo costume
voglio indossare vestiti senza vergognarmi
e lo farò punto e basta
non si discute
non c'è tempo per fallire
farò tutto quello che devo
non solo sul piano alimentare e di esercizi ma anche universitario

vi abbraccio e vi mando un grosso bacio
spero di non avervi annoiato con questo post chilometrico
baci
Emy