mercoledì 17 luglio 2013

buon giorno ragazze!

vi scrivo questo post di prima mattina perché se posticipo alla sera, come ho fatto ieri, so che non ne avrò il tempo. Questi, infatti, sono giorni di fuoco, tra il trasloco, lauree, feste di addio e sopratutto, l'otite.
Non ho il tempo nemmeno per sedermi e questo mi piace tantissimo, ma il dolore all'orecchio e terrificante.
Ho dovuto prendere delle gocce e una medicina, nonostante io assuma farmaci solo in caso di morte imminente, ma avevo troppo dolore e troppi troppi troppi impegni.
Sono felice e dolorante.
L'unico lato positivo di questa otite è che domenica, giorno in cui mi son decisa ad andare in farmacia perché non c'è la facevo più, ero così distrutta che non riuscivo ad aprire la bocca più di un tot perché mi provocava dolore, e così ho vissuto tutto il giorno di frullati bevuti con la cannuccia. Una sorta di giornata liquida.
Oggi va un po' meglio, ma comunque mi è stato vietato di andare a correre.
Per questo ho deciso di viverla come viene in questi giorni, cioè niente corsa, vado alle feste e mi diverto. Ingrasserò e fine. Che ci posso fare? io voglio vivermi questi ultimi giorni dell'anno accademico al 100%
voglio uscire di casa alle 9 del mattino e correre da una parte all'altra della città, e una volta a casa sgobbare tra la roba ancora sparsa per la camera cantando con freddie mercury o lucio battisiti, per poi farmi una doccia e uscire di nuovo.
Poi rimedierò una volta tornata a casa, anche perché mi devo dare una sistemata per la vacanza con mia sorella.
Quest'anno sarà il primo anno della mia vita che vado via solo con lei, senza i miei genitori, zii o nonni appresso, e io odio immensamente stare vicino a lei in costume. Fate conto di essere messe di fianco a una copia di voi stesse, con i capelli più corti, gli occhi di un altro colore e 15 kg in meno, dove 15 non è un numero a caso ma il conto esatto di quanto grasso avete più di lei.
Farò in modo che mi importi ben poco, rincominciando ad andare a correre tutti i giorni, due volte al giorno, da quanto torno a casa dei miei a quando partiamo. Voglio davvero andare al mare senza farmi troppe pare, lasciare a casa tutto e ed essere noncurante di quello che vedo allo specchio e penso con questo cervellino bacato, per godermi così ogni singolo secondo della vacanza. Io ci voglio provare davvero.

Ora scappo che mi devo preparare per una laurea,
buona giornata a tutte
un grosso bacio
Emy




1 commento: